Amsterdam, una città da sogno attraversata da cento canali

I ponti che attraversano il fiume Amstel e il lungomare che costeggia il lago IJ hanno fatto guadagnare ad Amsterdam il meritato appellativo di “Venezia del Nord”. La capitale dei Paesi Bassi ricorda molto, in effetti, la splendida città italiana che affaccia sull’omonima laguna, con la differenza che la Serenissima è molto più antica di quanto non lo sia, invece, la meravigliosa Amsterdam. I primi insediamenti risalgono all’ottavo secolo dopo Cristo, ma da villaggio di pescatori si trasformò in città a tutti gli effetti solo nel Medioevo. Il periodo d’oro della perla dell’Olanda, tuttavia, risale al Seicento. Fu allora che un gruppo d’illustri architetti s’ingegnò per cambiare il volto della capitale, rendendola quanto più possibile simile a Venezia. Il risultato di questo ambizioso progetto, ancora oggi, è sotto gli occhi di tutti. Non c’è angolo di Amsterdam che non valga la pena visitare: tutto, dalle strade piastrellate di sanpietrini ai rigogliosi giardini che spezzano la monotonia del cemento, dai canali che si tuffano nell’IJ ai ponti panoramici, è straordinariamente poetico e meraviglioso. In alcuni quartieri, poi, il tempo sembra quasi essersi fermato, tanto che è ancora possibile ammirare case patrizie e vecchie taverne che risalgono al periodo rinascimentale.

CONFRONTA HOTEL E PRENOTA IL TUO SOGGIORNO AD AMSTERDAM

COSA FARE E VEDERE NELLA VENEZIA DEL NORD
Malgrado si tratti di una città relativamente piccola, di cose da vedere ad Amsterdam ce ne sono davvero parecchie. La prima cosa da fare è sicuramente una passeggiata in centro, a caccia di panorami mozzafiato e di edifici caratteristici, molti dei quali paiono quasi sospesi a picco sugli oltre cento canali che attraversano la città. Dopodiché, per immergersi nell’atmosfera del posto, vale la pena visitare piazza Rembrandt, che deve il suo nome all’omonimo pittore ritrattista del 1600, in onore del quale è stata innalzata una statua commemorativa. Non troppo lontano da piazza Rembrandt si trova la casa-nascondiglio della piccola Anna Frank, vittima dell’Olocausto, che qui si rifugiò insieme alla sua famiglia per due lunghi anni, finché i nazisti non li scoprirono. Tappa obbligata per i turisti è anche l’orto botanico, uno splendido polmone verde in cui lasciarsi inebriare dal profumo dei fiori di campo. E’ talmente rigoglioso da lasciare senza fiato, ricco di piante tropicali ed alberi secolari che ne fanno una piccola oasi di pace e di relax nel cuore della città. Splendidi il padiglione delle farfalle e la serra, che ospita varie specie di piante carnivore. Sempre rimanendo in tema di natura, vale la pena citare, ancora, lo Zoo Artis, il giardino botanico che è quotidianamente visitato da migliaia di turisti di tutte le età. Ospita un museo geologico, un planetario, un giardino botanico e perfino una biblioteca, oltre che ovviamente un elevatissimo numero di animali. A questo punto, non resta che fare una capatina al Teatro Pathé Tuschinski, lo splendido cinema di Amsterdam costruito e arredato in stile art-déco, l’antica chiesa di Oude Kerk, il ponte ottocentesco di Blauwbrug, la chiesa protestante di Westerkerk e lo splendido Palazzo Reale, barocco e sontuoso da cima a fondo. Fiore all’occhiello della città, tuttavia, resta il quartiere dei Musei. Attorno ad un gigantesco prato verde, pieno zeppo di fontane e sculture, si trovano tre dei musei più famosi d’Europa: il Van Gogh, che si sviluppa su tre livelli e che ripercorre la brillante carriera del più famoso pittore olandese, il Rijksmuseum, che vanta centinaia di dipinti che risalgono al secolo d’oro di Amsterdam, e lo Stedelijk Museum, che è invece prettamente dedicato all’arte moderna e contemporanea.

E QUANDO IL SOLE TRAMONTA AMSTERDAM SI SCATENA
Di giorno è semplicemente meravigliosa, ma è quando la luna brilla alta nel cielo che Amsterdam dà il meglio di sé. La capitale dei Paesi Bassi, infatti, è nota in tutto il mondo per la sua movida notturna e per la vivacità delle sue strade. Dopo una giornata in giro per musei, mulini a vento e attrazioni varie, non c’è che l’imbarazzo della scelta. Quando scocca l’ora dell’aperitivo ci si può recare in uno dei tanti bar che affacciano su piazza Rembrandt per sorseggiare un buon drink. A cena, invece, vale la pena scegliere un ristorante tipico e gustare i piatti della tradizione olandese: le aringhe, le zuppe, i formaggi aromatizzati, le hagels e i dolcissimi poffertijes. Il tutto, ovviamente, innaffiato da litri di birra, che da queste parti, come in Germania, è piuttosto amata e apprezzata. I locali veri e propri e i coffe-shop, dove il commercio di marijuana è legale, si trovano dalle parti di piazza Dam, sempre in centro. Qui si balla, si ascolta musica dal vivo, si beve e ci si diverte in tutti i modi possibili e immaginabili. Ci sono discopub, sale concerti e discoteche per tutti i gusti, in cui è possibile far baldoria fino alle luci dell’alba. Affollatissimo di notte è poi, ovviamente, lo storico quartiere a luci rosse di Amsterdam, noto per le sue insolite vetrine in cui le prostitute “esibiscono” le loro curve e il loro corpo. Questa zona della città, così libertina e moderna, pullula anche di night club con privè e locali di cabaret, perfetti per chi cerca forme d’intrattenimento alternative.

DOVE ALLOGGIARE AD AMSTERDAM
La capitale dei Paesi Bassi non è grandissima, perciò il centro è facilmente raggiungibile da qualunque quartiere. Il che sta a significare, di conseguenza, che la scelta della struttura in cui alloggiare durante la vacanza ad Amsterdam è più semplice di quanto non si pensi. In generale si consiglia di pernottare negli hotel, ostelli e bed and breakfast che si trovano nelle immediate vicinanze di piazza Rembrandt e nel quartiere di Grachtengordel, che pullula di alloggi con vista sui canali e sui caratteristici vicoli della città. Chi intende risparmiare e organizzare una vacanza low cost, invece, dovrebbe dare un’occhiata agli alberghi che sorgono nei dintorni dell’aeroporto e appena fuori Amsterdam, più economici ma comunque ottimamente collegati al centro. Ci sono strutture per tutti i gusti e per tutte le tasche, insomma, ragion per cui è consigliabile perlustrare il web a caccia di offerte convenienti e su misura. Digitando l’indirizzo http://hotel.ilviaggio.it/Place/Amsterdam.htm, per esempio, è possibile farsi un’idea dei prezzi e dei diversi tipi di strutture in cui è possibile alloggiare nella Venezia del Nord.

COS’ALTRO C’È DA AMMIRARE NELLA CAPITALE DEI PAESI BASSI
Amsterdam non è solo divertimento, arte e storia. E’ anche e soprattutto natura, sia per i giardini rigogliosi disseminati qua e là per la città che per i numerosi specchi d’acqua che la rendono così simile a Venezia. Tappa obbligata per gli amanti della quiete è per esempio il lungomare che costeggia il lago IJ. Oltre ad ammirare il panorama, qui si può prenotare un posto a bordo di un traghetto e navigare da una parte all’altra di Amsterdam. Per assaporare la vita olandese, quella vera, è invece obbligatorio un giro in bici. Le piste ciclabili sono praticamente ovunque, e la gente del posto preferisce quasi sempre questo mezzo di trasporto alle automobili. Montando su un’ecologica due ruote è possibile partire alla volta di luoghi incontaminati e quasi fiabeschi, che fanno di Amsterdam uno dei più incantevoli centri d’Europa. Si possono raggiungere i soli due mulini a vento, degli otto che si trovano in città, aperti al pubblico, nonché gli incontaminati campi di tulipani che si trovano alle porte della città. In periferia ci sono anche varie fabbriche specializzate nella produzione di birra olandese, che organizzano apposite degustazioni per i turisti desiderosi di assaporare una bella bionda o una doppio malto.

Share.
Loading Facebook Comments ...

Leave A Reply