Escursioni in mezzo alla natura a Cortina d’Ampezzo

0

Cortina d’Ampezzo è sicuramente una delle più rinomate località turistiche invernali delle Dolomiti, celebre anche per aver ospitato, nel 1956, le Olimpiadi invernali, rimanendo ancora oggi un’importante luogo di eventi sportivi di rilievo internazionale. Ma oltre alle numerose e coinvolgenti attività sportive invernali che la località offre, Cortina è ubicata in una valle incastonata tra le montagne, con panorami naturali da mozzare il fiato. Dalle vette più alte alle valli che ospitano le diverse località, le Dolomiti sono infatti un vero e proprio paradiso per tutti gli amanti della natura!

Tra le attività a contatto con la natura più interessanti, da non sottovalutare la possibilità di dedicarsi ad escursioni in mezzo alla neve, con le ciaspole o, per i più temerari, con gli sci d’alpinismo.  A nord di Cortina inizia infatti il Parco Naturale delle Dolomiti d’Ampezzo, parco istituito nel 1990 e affidato alla gestione delle Regole d’Ampezzo, istituzione tradizionale dell’area nata durante la colonizzazione celtica e romana con l’obiettivo di salvaguardare l’uso collettivo di pascoli e foreste. Sotto la guida di questa istituzione, il Parco ha investito su attività culturali e scientifiche, volte a valorizzare e conservare il territorio, con un’attenta politica di protezionismo nei confronti del prezioso patrimonio floristico e faunistico, e un’attenta attività di ripopolamento delle specie animali in via d’estinzione. Durante le escursioni, non è infatti raro imbattersi nelle specie che popolano il parco come cervi, caprioli, camosci, stambecchi e marmotte.

Come se non bastasse, all’interno del parco è possibile intraprendere gite ed escursioni invernali con le ciaspole e gli sci d’alpinismo, con la sicurezza offerta dalle Guide Alpine.

Oltre all’affascinante fauna, il parco offre dei paesaggi naturali mozzafiato, così circondato da molti dei principali gruppi dolomitici, con vette che superano anche i 3.200 m, il parco si estende per una superficie di 11.200 ettari e confina con il Parco Fanes-Sennes-Braies, insieme al quale forma un comprensorio protetto dai gruppi montuosi che si estende per 37.000 ettari.

 

Share.

Leave A Reply