Sciare in Alto Adige: vacanze invernali indimenticabili!

0

L’Alto Adige è sicuramente una delle destinazioni più apprezzate e rinomate dagli appassionati sciatori, dove trascorrere delle piacevoli giornate sulle piste, che sia un weekend per spezzare la routine della città o una settimana bianca. Paesaggi naturali da mozzare il fiato, genuinità del territorio, cordialità degli ospiti e tradizioni culturali e culinarie sono i tratti distintivi della regione, oltre alle splendide piste innevate che regalano momenti e sciate indimenticabili.

Il comprensorio del Dolomiti Superski offre infatti 12 differenti zone sciistiche e 1.200 km di piste perfettamente innevate, percorribili con un unico skipass e adatte a tutti: dai bambini e principianti ai più esperti e free rider! Le piste sono veramente per tutti i gusti, e per i più temerari ci sono anche gli incontaminati fuoripista con la neve fresca. Le attività sciistiche sono sicuramente tra le attrazioni principali del comprensorio Dolomiti Superski, che offre la possibilità di praticare differenti attività sulla neve: dagli sci allo snowboard, alle arrampicate sul ghiaccio, dalle escursioni con le ciaspole allo sci d’alpinismo… svaghi adatti a tutti per rendere memorabili le proprie vacanze invernali!
Insomma, le Dolomiti sono sicuramente tra le montagne più belle del mondo, decantate addirittura dall’alpinista Reinhold Messner come il migliore esempio di architettura naturale. Dalla vista panoramica mozzafiato, alle vette e alte creste alle profondi valli che si possono osservare dalle piste, sciare in Alto Adige è un’esperienza immancabile! Come se non bastasse, la sera è possibile godere di romantici tramonti quando l’Enrosadira, il fenomeno per cui alcune cime delle Dolomiti assumono un colore rossastro al sorgere e calare del sole, avvolge le vette delle montagne con sfumature di colori che virano dall’arancione al viola, uno spettacolo imperdibile!
Le Dolomiti non sono solo paesaggi indimenticabili e chilometri di piste, ma anche natura incontaminata: gli impianti di risalita sono stati infatti realizzati con il minimo impatto ambientale,, per godere anche d’estate dei prati e dei pascoli senza neve; mentre per la neve artificiale viene utilizzata solamente acqua pulita, che in primavera viene restituita all’ambiente sotto forma di corsi d’acqua naturale.

Share.

Leave A Reply