Vacanze a Dubai: cosa vedere nella città dei record.

0

Burj al Khalifa_Dubai

Il grattacielo più alto, l’ascensore più veloce, il centro commerciale più grande, la metro senza conducente più lunga, l’hotel a 7 stelle, le due più importanti compagnie aeree, il secondo aeroporto al mondo per traffico di turisti, un piano che prevede di portare a 20 milioni il numero di turisti in entrata entro il 2020, l’apertura (prevista per il 2014) di un nuovo parco a tema dedicato al panorama dei supereroi, e che ovviamente sarà il più grande al mondo, l’acquario più grande… basta questo per rendersi conto del perché Dubai sia sempre più vista come la città dei record.

Tutto quello a cui si lavora in questa zona degli Emirati Arabi è progettato per essere il più grande, il più sfarzoso, l’unico al mondo nel proprio genere.

Unendo tutto questo ad un mare stupendo e alla possibilità di fare un tuffo in una realtà dalle mille sfaccettature, che coniuga alla perfezione l’extra lusso e la più antica tradizione araba, si capirà bene come mai le persone siano sempre più interessate alle offerte per Dubai.

Fare un viaggio a Dubai significa immergersi in un’atmosfera unica, a volte paradossale, qui è possibile, ad esempio sciare su neve vera pur essendo in pieno deserto, qui può capitare di scendere dalla metro e trovarsi circondati di cantieri, perché Dubai è in continuo fermento, se si pensa che da giugno 2012, in poco più di un anno, sono stati inaugurati ben 16 nuovi hotel per un totale di più di 5000 nuove camere, ci si renderà conto di quanto rapidamente cresca questa città e di quanto sia sempre più orientata e votata al turismo.

La lista dei luoghi da non perdere a Dubai

Immancabile al primo posto della lista dei luoghi da visitare a Dubai c’è  la salita “At the top” del Burj Khalifa, solo 60 secondi in ascensore per raggiungere il 124° piano dell’edificio più alto del mondo, il punto ideale dal quale godere di una vista, è il caso di dirlo, assolutamente unica nel suo genere, per lasciarsi incantare ancora di più da questa eclettica città. I consigli in questo caso potrebbero essere due, uno: fare questa visita al mattino (certo non scegliendo l’ora del tramonto si rinuncia ad una parte della magia, ma si riescono anche ad evitare i momenti più affollati), riuscendo quindi a godere in maggiore tranquillità del meraviglioso spettacolo offerto; due: acquistare i biglietti per la salita prima della partenza, on line, per risparmiare (acquistarli sul posto è un po’ più costoso) ed evitare la fila;

Impossibile non passare per il Dubai Mall

Dubai MallAndare a Dubai e non andare al Dubai Mall? Impossibile! Qui i centri commerciali sono un vero e proprio fenomeno culturale, e ovviamente il Dubai Mall è il più grande mai realizzato, nonché il più visitato al mondo. Viene definito “The centre of Now”, 550000 metri quadri per 1200 negozi, tra cui una “succursale” dei magazzini LaFayette di Parigi e una dei grandi magazzini americani “Bloomingdale”(tanto per dare un’idea della grandezza del luogo), oltre ad un megaplex con 22 sale cinema, un centro di edutainment e un parco a tema per bambini (il KidZania e il SEGA Republic), un parco acquatico e una pista di pattinaggio olimpica. Per non rischiare di perdere questa visita, potrebbe essere conveniente organizzare la vacanza affidandosi ad una agenzia di viaggi, magari on line, che, come nel caso del sito Lastminutebest.it, propone spesso convenienti pacchetti viaggio per Dubai completi, oltre che di navetta per andata e ritorno dal Mall, anche di interessanti escursioni in città e nei dintorni, per poter sfruttare al meglio anche il tempo di una vacanza di soli 4/5 giorni.

Parco acquatico in “salsa Dubai”

Aquaventure park DubaiA Dubai nulla è banale, anche un normale parco acquatico ha delle caratteristiche che lo rendono unico e non scontato. Il parco in questione è l’Aquaventure, al quale si accede dal famoso hotel “della palma”, l’Atlantis Resort (l’accesso per i clienti dell’hotel ovviamente è gratuito), e che propone le solite attrazioni da parco acquatico rivisitate in “salsa Dubai”. Impossibile perdersi, ad esempio, la discesa dai quasi 30 metri di altezza dallo scivolo che parte dalla struttura centrale del parco (una sorta di enorme piramide, rifacimento di un tempio sumero) e che, dopo un tratto al buio, catapulta direttamente sotto un immenso acquario, nel quale nuotano indisturbati pesci tropicali e squali; così come è difficile non notare che si può risalire in cima alla piramide senza dover fare scale ma usando un comodo tapis roulant e che si possono provare tutte le attrazioni senza mai uscire dall’ acqua (cosa estremamente utile se si visita Dubai in estate!). Ma se le ore tra scivoli e torrenti dovessero risultare troppo stancanti, si può sempre decidere di rilassarsi sulla  spiaggia interna al parco, 700 metri di sabbia bianca attrezzata con lettini ed ombrelloni per finire la giornata in bellezza. Anche in questo caso il consiglio per evitare file troppo lunghe alla biglietteria, è quello di arrivare al parco di mattina.

Dubai, non solo extra lusso

Moschea a DubaiNonostante tutto questo lusso, sfarzo, modernità, non bisogna dimenticare che ci si trova in una zona in cui la spiritualità continua ad avere una rilevante importanza, una vacanza a Dubai non può quindi prescindere da una visita ai due punti di riferimento più importanti della città, la Grande Moschea e la Moschea Jumeirah. La prima non consente l’accesso ai non musulmani, nonostante questo, il consiglio è quello di andare a vederla, con le sue 54 cupole totali (9 grandi e 45 più piccole) e i suoi pannelli di vetro colorato, è un favoloso esempio di architettura araba, che rende ancora di più nelle ore serali, illuminata dalle luci della città. La Moschea Jumeirah consente invece l’accesso anche ai non musulmani e, cosa ancora più rara, durante i tour organizzati è permesso anche fare foto all’interno. Anche in questo caso si è difronte ad una struttura bellissima, molto elegante, per cui anche chi decidesse di non fare la visita guidata all’interno, potrà godere di uno spettacolo affascinante, che l’edificio regala specie quando è illuminato dal sole del tramonto.

La città dalle due “anime”, quella pre-petrolio, probabilmente la più autentica, ancora attraversata dalla semplicità dei pescatori, dalla modestia delle piccole botteghe, e quella così “occidentale”, così “da record”,  così immersa nel lusso e nello sfarzo, vale la pena di essere visitata nella sua totalità, nello splendore dei suoi contrasti, delle sue evidenti contraddizioni, perché è davvero unica al mondo.

Booking.com
Share.

Leave A Reply

Loading Facebook Comments ...