Viaggio a Sorrento

Ad un passo da Capri, Amalfi, Positano ed è ben collegato alla stazione ferroviaria per potere spostarsi alle meravigliose cittadine di Pompei ed Ercolano. E’ Sorrento, la gemma della costa amalfitana adagiata su una balconata tufacea a 50 metri dal livello del mare. Numerosi sono gli hotel che questa località della Regione Campania offre e tramite www.hrs.com è possibile trovare l’Hotel Sorrento adatto alle più diverse esigenze. Solitamente gli ‘hotel Sorrento’ si trovano proprio sui bordi della balconata, e per la maggior parte offrono una vista mozzafiato sul golfo di Napoli e distano pochi metri dalle molte attrazioni di Sorrento.
La sua parte interna, raggiungibile a piedi direttamente dalla maggior parte degli alberghi’sorrentini’, è stata fondata dai greci-romani e rappresenta la principale attrazione per turisti e croceristi. Passeggiando tra i vicoli e le strade della città ci si può recare al ‘belvedere della villa comunale’ e ammirare il panorama sul golfo di Napoli, osservare ‘il sedile Dominova’, o la Piazza Tasso costruita nel diciannovesimo secolo. In quest’ultima ci sono rimanenze di vecchi mulini azionati dall´acqua che scendeva dalle montagne e gli antichi lavatoi dove le donne del paese si ritrovavamo per fare il bucato. Imperdibile,
sempre immerso nel centro città è ‘Il Museo Correale di Terranova con le sue preziose intarsiature e porcellane.
La città è anche conosciuta come luogo del poeta Torquato Tasso, battezzato nel Duomo di Sorrento, edificio del primo secolo e sede cattedrale cittadina. Dalla parte di strada opposta al Duomo ci si può immettere, attraverso via Giuliani, nella antica città Greco-Romana che si sviluppa verso ovest ed è delimitata a nord da via degli Aranci e a sud dal costone a
strapiombo sul mare che si avvicina ai molti ‘hotel Sorrento’. Camminando nella via degli Aranci, numerosi sono i giardini e gli agrumeti. Una passeggiata in questa parte della città permette di odorare il profumo dei limoni, ed osservare lo spettacolo di colore che questi offrono ai turisti e perchè no, assaggiare il limoncello o alcuni dolci tipici locali a base di
questi agrumi.

Share.
Loading Facebook Comments ...

Leave A Reply