Guida viaggi Nuova Zelanda

0

Guida viaggio Nuova ZelandaLa Nuova Zelanda è formata da due grandi isole: l”Isola del Nord e l”isola del Sud. L”Isola del Nord dove si trovano le principali città. Auckland è una città moderna, posta su un istmo che separa il Mare della Tasmania dall”Oceano Pacifico. Rotorua, è invece una cittadina importante per la cultura aborigena “Maori”. Wellington è la capitale del Paese, offre splendide baie e un litorale frastagliato. L”isola del sud è montuosa e ospita gran parte della catena montagnosa chiamata Alpi Neozelandesi, su cui svetta il Mount Cook; le città principali sono: Chiristchurch, Queenstown, cittadina con stupendi laghi e piacevole luogo dove rilassarsi oppure praticare tanti sport.

Clima e periodo consigliato
Temperato, le stagioni sono invertite rispetto alle nostre: primavera da ottobre a dicembre, estate da dicembre a marzo, autunno da marzo a giugno, inverno da giugno a settembre. In generale non vi sono temperature estreme ed il clima del Paese è paragonabile a quello della Penisola italiana, con molto più vento sulle coste.

Informazioni utili
Documenti: Per visitare la Nuova Zelanda è necessario il passaporto valido per almeno 3 mesi dopo la data del viaggio di ritorno. Non è richiesto alcun visto per un soggiorno turistico fino a 3 mesi, purchè si sia in possesso di un biglietto di andata e ritorno o proseguimento del viaggio.

Avvertenze: non è richiesta alcuna vaccinazione

Ambasciate e Consolati in Italia: Via Zara, 28 – 00198 Roma Tel. 06/4417171 – Fax 06/4402984.

Ambasciate e Consolati in loco: Wellington 34, Grant Road Tel. 00644 / 4735339 – Fax 4727255 E-mail: [email protected]

Festività particolari: 6 febbraio Waitangi Day; 25 aprile Anzac Day; 27 ottobre Labour Day

Fuso orario: 11 ore in più rispetto all”Italia. Durante il periodo estivo europeo la differenza è di 10 ore in più rispetto all”Europa centrale, mentre nel periodo estivo neozelandese (ottobre / fine marzo) la differenza aumenta a 12 ore in più.

Elettricità: La corrente elettrica è di 230 Volts, 50 Hertz. Le prese sono a spine piatte, ma oblique, per cui è necessario un adattatore.

Prefissi telefonici: Per chiamare la Nuova Zelanda comporre lo 0064 seguito dal prefisso della città (Wellington è 4, Auckland è 9, Christchurch è 3) senza lo zero più il numero dell”abbonato. Per telefonare in Italia dalla Nuova Zelanda comporre lo 0039 seguito dal prefisso della città che si intende raggiungere, più il numero dell”abbonato.

Trasporti: Le strade sono buone e il traffico è scarso: si guida quindi bene e non ci si stanca. Il noleggio di autovetture non comporta alcun problema. Anche il trasporto pubblico funziona, e vi è una sviluppata rete di autobus: vi è un operatore principale che si chiama InterCity, ed opera sia sull”Isola del Nord che sull”Isola del Sud. Vi sono poi altre due compagnie: Newmans (sull”Isola del Nord) e Mt Cook Landline (sull”Isola del Sud). Si viaggia anche in aereo e la compagnia di bandiera, la Air New Zealand opera su tutto il territorio nazionale, ed effettua voli anche verso Singapore, l”Australia e Los Angeles, oltre che servire tutta la Polinesia.

Alcune località
Auckland. Non è la capitale del paese, ma è la città più grande della Nuova Zelanda (1.000.000 circa di abitanti); è molto bella e visitarla è un piacere. L”acqua è elemento principale di questa città, anche chiamata la “città delle vele”, e per capirlo basta guardare il mare su cui si affaccia: ad ogni ora del giorno le sue acque sono solcate da centinaia di natanti a vela, o è sufficiente dare uno sguardo dal suo lunghissimo ponte sul porto, per capire che qui ogni abitante è padrone di una barca. Auckland si gira a piedi, tra vecchie abitazioni e moderni grattacieli. Nei sobborghi di Parnell e Newmarket si può fare dell”ottimo shopping, a Devonport si possono ammirare edifici vittoriani ben conservati, a Ponsonby si trovano oggetti d”artigianato polinesiani, caffè, ristoranti e mercati, Wellington. E” la capitale della Nuova Zelanda (328.000 ab.) ed è situata su uno splendido porto naturale all”estremità meridionale dell”Isola del Nord. IL suo clima, tuttavia, non costituisce una attrazione, soprattutto in inverno, quando può fare veramente freddo. VI sono comunque palazzi e monumenti interessanti (il Beehive, che ospita l”ala esecutiva del Parlamento; il vecchio palazzo del governo, in legno; la Biblioteca Nazionale; il Katherine Mansfield Memorial (il luogo in cui la famosa scrittrice nacque nel 1888). Ma è sicuramente il porto l”attrazione principale, veramente bello, sol che si pensi che è naturale. Altri luoghi interessanti. La penisola di Coromandel offre ai visitatori scenari che lasciano senza fiato, dalle incantevoli spiagge della foresta pluviale, dove si possono ammirare sia gli imponenti alberi Kauri che i relitti delle imbarcazioni risalenti al tempo dei cercatori d”oro. Rotorua è imperdibile, con la piccola colonia Maori, che si trova in un parco caratterizzato dalle fontane del Pohutu Geyser, con altissimi zampilli spumeggianti.

Attività
La Nuova Zelanda è ideale per tutti coloro che amano i grandi spazi aperti e l”attività fisica. Chi ama il “brivido” deve assolutamente provare gli sport estremi che sono stati proprio inventati da quei pazzi dei neozelandesi: il bungee jumping, paracadutismo, paracadutismo acrobatico, discesa in corda doppia e volo, oppure scendere una ripida collina all”interno di una grande palla di plastica (zorbing), ecc. Ma la Nuova Zelanda è la patria del passeggiare, dell”andare in mountain bike, dello sciare, cavalcare, arrampicare, ecc.

Come arrivare
La durata del volo Roma-Auckland è di 26 ore circa con scalo ad Hong Kong (se si viaggia via sud-est asiatico). Meglio la tratta Milano-Los Angeles-Auckland, lunga ma meno faticosa.

Cucina & Shopping
In Nuova Zelanda ci sono verdure sconosciute in Europa: i “tamarillos”, pomodori molto particolari, e i “kumara”, le locali patate dolci. Il pesce è gustosissimo e molto vario. A nord crescono anche frutti esotici subtropicali come l”avocado e il notissimo il kiwi. Ottimi i latticini e la carne. Ottimi anche i vini neozelandesi. Si acquistano soprattutto oggetti in lana, cuoio, legno e giada. Molti i negozi che vendono dei bellissimi maglioni di lana fatti a mano. I neozelandesi sono inoltre molto esperti nel forgiare il legno, in particolare presso i Maori l”arte del legno vanta origini antichissime. La Nuova Zelanda gastronomica può essere esportata senza problemi: marmellate, miele, sfogliate, carne affumicata e vino neozelandese.

Superfie : 270.534 kmq

Abitanti: 3.850.000

Capitale: Wellington

Ordinamento: Stato indipendente facente parte del Commonwealth
Popolazione: per la quasi totalità di derivazione europea, pochi (solo il 12 percento), i Maori.

Lingua: inglese e maori
Moneta: inglese e maori
Religione: Cristiana per la quasi totalità

Share.

Leave A Reply