Mare di Puglia: alla scoperta delle quattro perle tra Salento e Gargano

Per chi desidera trascorrere una vacanza al mare in Puglia, ecco delle utili indicazioni sulle quattro località più belle: Gallipoli, Porto Cesareo, Polignano a Mare e Vieste.

La Puglia è una delle mete più gettonate delle vacanze estive al mare degli italiani. Mentre una buona fetta di questi turisti sceglie il Salento, c’è un’altra fetta altrettanto robusta che opta per il Gargano. Le località dello sperone e quelle del tacco d’Italia, anche se presentano delle evidenti differenze, hanno in comune mare cristallino e vita genuina. Se state pensando al mare di Puglia per le vostre vacanze, ecco qualche indicazione utile sulle località più belle.

Gallipoli – In provincia di Lecce, collocata sulla costa occidentale della penisola salentina, Gallipoli vi accoglie con il suo mare limpido ed i tanti divertimenti. E’ la stessa conformazione particolare del territorio salentino a donare a Gallipoli delle acque incontaminate. Sono due le parti in cui è divisa la città: il centro storico, racchiuso in una piccola isola, ed il borgo, che corrisponde alla parte di recente costruzione. Raggiungere questa destinazione è piuttosto semplice con qualsiasi mezzo si scelga di viaggiare. Gli automobilisti, dopo aver percorso l’autostrada A14, dovranno prendere l’uscita Bari Nord. Da qui dovranno quindi procedere per Brindisi, Lecce, ed infine per Gallipoli. Chi preferisce il treno dovrà arrivare a Lecce e da qui, con le Ferrovie Sud Est, dirigersi a Gallipoli. Mentre con l’aereo bisognerà atterrare all’aeroporto Brindisi-Casale, dove poi una navetta condurrà direttamente a Gallipoli. E’ l’estate il periodo migliore per una bella vacanza in questa località, così da approfittare al meglio del suo mare e delle sue spiagge. Molte sono particolarmente adatte alle famiglie con bambini. La spiaggia storica cittadina è il Seno della Purità, che viene considerato il primo lido. Baia Verde, Rivabella, Lido Conchiglie, Lido San Giovanni, sono le altre spiagge interessanti da scoprire. Così come sono da scoprire le bellezze artistiche di Gallipoli. Sono da vedere il Castello Angioino, splendido esempio del barocco leccese, la Fontana Greca e la Basilica di Sant’Agata. Oltre alle testimonianze del passato c’è anche un simbolo della modernità. E’ il Palazzo di Vetro, costruito nel 1970. Da segnalare la grande presenza di giovani nei mesi estivi, attratti dalla movida gallipolina.
Spiaggia a Gallipoli

Porto Cesareo – Collocata sulla costa ionica della penisola salentina, Porto Cesareo colpisce per le sue dune sabbiose, che si susseguono per chilometri, ed il mare dalle infinite sfumature di blu. Ben collegata, questa località è facilmente raggiungibile. Con l’auto imboccando la A14 bisogna uscire a Lecce e proseguire per 28 km. In treno si arriva a Lecce e da qui si raggiunge Porto Cesareo a bordo di un pullman. In aereo si atterra all’aeroporto di Brindisi o a quello di Bari, per poi usufruire del servizio navetta. Se si arriva da sud ciò che cattura subito la vista è la Penisola della Strea, una estesa lingua di sabbia che volendo, con una macchina idonea al terreno, può essere attraversata tutta, fino alla sosta per il bagno. Questo luogo è ricco di spiagge bellissime, pertanto sono i mesi estivi quelli in cui i turisti lo prendono d’assalto. A dimostrazione della purezza delle bellezze naturali della zona, si ricorda che nel 1997 è stata istituita a Porto Cesareo una rilevante riserva marina. Quanto alle spiagge più belle, Torre Lapillo e Punta Prosciutto sono due piccoli angoli di paradiso. Ma la più nota è la spiaggia delle Dune, colpita in passato da fenomeni di abusivismo edilizio, che è riuscita a superare preservando la sua bellezza. Il centro di Porto Cesareo è un villaggio di pescatori, che ancora oggi capita di incontrare mentre sistemano le reti fuori la porta di casa. Il pesce fresco è qui venduto a prezzi più che accessibili, ed è abitudine fare un aperitivo low cost a base di fritturine di pesce. Sul porto si trova la statua dedicata a Manuela Arcuri, fotografatissima dai turisti. Imponente è la Torre Cesarea, situata sul promontorio, attorno a cui nacque l’intero nucleo cittadino. Una tappa interessante è anche la Stazione di Biologia Marina. Il suo museo, ad ingresso libero, conserva uno squalo elefante di circa 7 metri.

Polignano a Mare – E’ su uno sperone roccioso che cade a strapiombo sul mare che sorge Polignano a Mare, autentica perla del litorale adriatico. Un popolare sito americano ha inserito questa cittadina nella lista delle ventotto città italiane che stupiscono al punto tale da non sembrare vere. Se Polignano stupisce è per quella sua conformazione che le dona un aspetto del tutto peculiare: un insieme di case sono posizionate sulla roccia, come se non fossero state costruite dall’uomo. Questa immagine di grande fascino, insieme ad altri scorci naturali dal forte impatto visivo, hanno reso Polignano a Mare particolarmente amata dagli stranieri, che la scelgono oltre che per le loro vacanze come location romantica delle proprie nozze. Benchè sembri un posto irreale, raggiungere questa cittadina è piuttosto semplice. Con l’automobile, se si arriva da Nord, occorrerà viaggiare lungo la A14 ed uscire a Bari Nord. Con il treno, dopo essere arrivati alla stazione di Bari Centrale, si proseguirà con i treni locali. Mentre con l’aereo andrà bene atterrare sia all’aeroporto di Bari che a quello di Brindisi, entrambi vicini, e si arriverà poi a destinazione con una navetta. Giunti sul luogo si verrà accolti dal clima sempre mite e dai profumi e colori mediterranei. L’unica nota non particolarmente positiva è rappresentata dal vento di maestrale che soffia tutto l’anno. Se per qualcuno può essere un piacere essere rinfrescati dal vento, per qualcun altro, quando l’intensità aumenta, può risultare fastidioso. Non è un caso se qui si tiene nel mese di maggio la festa dell’aquilone. La parte antica è un borgo caratteristico in cui non bisogna fare altro che perdersi tra le sue viuzze. Al borgo si accede attraversando l’Arco Marchesale. Spettacolare è la vista dalla Lama Monachile, un vecchio porto che oggi è il centro delle serate estive. Da vedere la statua dedicata a Domenico Modugno, nato proprio a Polignano.
il mare ed il castello di Polignano a Mare

Vieste – La città sorge sulla punta orientale del promontorio del Gargano. Qui passato e modernità si incontrano per dare vita a degli scenari unici. Non è difficile arrivare a Vieste. In auto si percorre la A14 per poi uscire a Poggio Imperiale. Dopo circa 90 km di zona costiera si giunge a destinazione. In treno bisogna scendere a Peschici, per poi proseguire in pullman. Mentre con l’aereo conviene atterrare all’aeroporto di Bari, il più vicino. Il periodo ideale per soggiornare a Vieste è chiaramente l’estate, grazie alla presenza del mare. Il caldo si fa sentire, ma una lieve brezza pomeridiana riesce a far avvertire meno le elevate temperature. Un’alternativa al caldo estivo, per chi non ama il mare, è rappresentata dalla Foresta Umbra. Il paesaggio di Vieste sembra un quadro: una serie di case si collocano sulla roccia, ed insieme al castello ed al faro si affacciano sul mare. Tra le spiagge, al nord si segnalano quella di San Lorenzo e Punta Lunga, mentre più al sud le spiagge del Castello e di Porto Nuovo. Nella parte ancor più meridionale si addensano le calette rocciose, tra le quali la Baia di San Felice. Mentre il punto che non manca mai di essere fotografato dai turisti è Pizzomunno, un monolite che sembra essere stato posto dalla natura a guardia della città.
Vieste ed il mare di Puglia

La mia posizione
Ottieni i Percorsi
Share.
Loading Facebook Comments ...

Leave A Reply