Le bellezze della Costiera Amalfitana: vi proponiamo un percorso estivo di 4 giorni da Amalfi a Praiano

Non è sempre possibile decidere il periodo in cui si va in vacanza, ma senza dubbio il momento migliore per visitare la Costiera Amalfitana è da aprile a giugno, quando i fiori primaverili sono sbocciati, il clima è abbastanza caldo, e la temperatura del Mediterraneo permette i primi tuffi della stagione.
Scegliendo la tarda primavera o l’inizio dell’estate, puoi anche evitare il picco turistico e le temperature opprimenti di Luglio e Agosto. L’estate è però sicuramente il periodo migliore per gli amanti di festival ed eventi vari.
Abbiamo scelto per te un percorso estivo di quattro giorni che ti darà un assaggio del meglio che la Costiera ha da offrire senza farti allontanare troppo da Amalfi.

Amalfi costiera: tour

Giorno 1: Amalfi ed Atrani

Prendi un autobus o prenota un trasferimento privato e raggiungi il tuo hotel. Le prime tre notti sono trascorse ad Amalfi (o Atrani), l’antica capitale della Costiera Amalfitana, nell’accogliente e confortevole hotel a 3 stelle Floridiana, o in uno splendido hotel a 4 stelle come il Villa Alba d’Orao. Tutti gli hotel sono situati in posizione centrale a pochi passi dal mare e da tutti i principali monumenti del centro storico medievale.
Sia Amalfi che Atrani sono collegate con Salerno da un frequente servizio di autobus (e di battelli) e con Napoli da un servizio di autobus meno frequente. In estate ci sono barche dirette da Napoli. Un servizio di trasferimento in taxi può essere organizzato sia da Napoli (aeroporto o stazione ferroviaria), sia da Pompei o Castellammare di Stabia, che possono essere facilmente raggiunte da Napoli, con il treno locale della Circumvesuviana.

Offerte scontate per strutture turistiche ad Amalfi



Booking.com

Accessori per il viaggio in Costiera Amalfitana

Vi consigliamo inoltre per il tuo viaggio di dotarti di una guida per la Costiera Amalfitana e se ami fotografare i tuoi viaggi ed in particolare questi splendidi luoghi non dimenticare di portarti una macchina fotografica da viaggio compatta.

centro di amalfi cattedrale

Giorno 2: Valle dei Mulini

Oggi goditi una passeggiata tranquilla, che ti darà immediatamente una buona idea dello straordinario patrimonio culturale e naturale della Costiera Amalfitana. Per prima cosa cammina nei tranquilli vicoli di Amalfi. Un’antica scalinata ti porta sotto le imponenti falesie calcaree, verso il piccolo villaggio di Pontone, parte del sistema di difesa medievale della città di Amalfi. Il principale punto di interesse è la meravigliosa Torre dello Zirro, situata su uno stretto crinale, in un parco spettacolare, con viste indimenticabili di Amalfi da una parte e Atrani dall’altra parte. Questa zona offre anche una serie di meravigliosi posti per un picnic, tutti con viste spettacolari.
Poi, attraverso l’incantevole villaggio di Pontone, si entra nella “Valle dei Mulini”, la valle dei mulini ad acqua, con le rovine delle cartiere più antiche d’Europa, risalenti all’XI secolo. Il comodo sentiero corre lungo il corso del fiume, in un abbondante paesaggio verde. Chi lo desidera può penetrare in profondità nella valle, attraverso paesaggi spettacolari, sotto le alte scogliere, attraverso un paesaggio quasi fiabesco. Qui puoi ammirare una moltitudine di cascate.
Poi torna giù ad Amalfi. Il sentiero scende gradualmente lungo una serie di imponenti rovine di quelle che un tempo erano le prime cartiere, aggiungendo un tocco misterioso al paesaggio. Lungo l’ultimo tratto lo scenario cambia per dare spazio a limoneti e macchia mediterranea. Di nuovo giù ad Amalfi puoi fermarti al museo della carta, prima di tornare al tuo hotel. Poiché la passeggiata è relativamente breve, ora hai ancora del tempo per passeggiare ad Amalfi o farti una nuotata.

ravello amalfi coast

Giorno 3: Da Amalfi a Ravello

Oggi cammina lungo un bellissimo itinerario (o prendi il bus) fino all’incantevole borgo storico di Ravello, uno dei borghi più esclusivi della Costiera Amalfitana, e un luogo ricercato dagli artisti nel corso dei secoli, come la sua posizione elevata e il clima soleggiato e secco lo ha reso un posto attraente per scrittori, artisti, musicisti e viaggiatori provenienti dal nord Europa. Boccaccio, D H Lawrence e Richard Wagner sono tra gli ospiti più importanti.

Ravello non ha solo una storia molto interessante e molti monumenti medievali, ma offre anche splendide viste sulla Costiera Amalfitana. Lo scrittore francese, André Gide, una volta descrisse la città come “più vicina al cielo della spiaggia”. Ravello vanta anche due magnifiche ville: la splendida Villa Rufolo dell’XI secolo, un tempo residenza papale e, in seguito, la casa di Wagner, e Villa Cimbrone, una sontuosa dimora ottocentesca con favolosi giardini e viste impareggiabili sul Golfo di Salerno. Puoi prendere il tuo tempo per passeggiare per il villaggio, prima di iniziare la passeggiata verso la costa.
Lungo la spettacolare Villa Cimbrone e la frazione di Castiglione si cammina prima attraverso vigneti e limoneti, poi lungo una scalinata medievale giù per la bellissima cittadina di Atrani. Questo è certamente uno dei villaggi meglio conservati della costa, con la possibilità di guardarsi intorno per le strette stradine bianche del centro città. L’ultimo breve tratto ad Amalfi è molto panoramico e ha bellissimi punti panoramici sul centro della città.

Giorno 4: Da Amalfi a Praiano

Da Amalfi si cammina lungo uno dei più antichi sentieri della Repubblica Marinara medievale, la “Maestra dei Villaggi”, o “la strada principale dei villaggi”, una vecchia mulattiera lastricata risalente al IX secolo. Si attraversano i paesini di Lone e Vettica, prima di arrivare all’imponente monastero di Santa Rosa (c’è anche la possibilità di prendere un autobus locale fino a qui, evitando una salita di 300 metri).
La passeggiata da qui parte prima verso il delizioso paesino di Conca dei Marini, da dove avrai una vista meravigliosa sia su Amalfi che verso la punta occidentale della penisola. Il percorso scende poi verso la costa di nuovo lungo alcune affascinanti chiese splendidamente situate sopra la costa rocciosa.
Si scende nello spettacolare fiordo di Furore, con il suo affascinante villaggio di pescatori sotto le imponenti falesie calcaree. Da qui si risale in salita, e oltre il borgo e la chiesa di Sant’Elia, si prende la ‘Via dell’Amore’, nella Valle di Praia.
Un ultimo tratto tra boschi, vigneti e macchia mediterranea, poi ti porta al villaggio costiero di Praiano, dove rimarrai per le prossime due notti. Una discesa facoltativa alla pittoresca insenatura di Marina di Praia, il vecchio porticciolo di Praiano, vale la pena!

Offerte per strutture turistiche a Praiano



Booking.com

Booking.com
Share.

Leave A Reply

Loading Facebook Comments ...