Isola di Malta: una guida completa per le tue vacanze

Malta è una nazione insulare che comprende tre isole: l’isola principale di Malta, Gozo e Comino. Le lingue ufficiali del paese sono il maltese e l’inglese. La capitale di Malta è La Valletta, che si trova in posizione centrale sulla costa settentrionale dell’isola e ha il porto più grande dell’isola. L’isola principale di Malta è l’isola più grande e più sviluppata. L’isola gemella di Gozo è idilliaca e pacifica e per lo più rurale, offre panorami mozzafiato e grandi opportunità per attività all’aria aperta, come trekking, mountain bike e arrampicata su roccia. Comino è l’isola più piccola dei tre ed è abitata da poche persone. L’isola ospita un hotel rinomato per la sua ospitalità e le strutture per trascorrere rilassanti vacanze a Malta ed è la posizione per una delle baie più belle di Malta.

Isola di Comino Malta

Come arrivare sull’isola di Malta

In aereo: volare a Malta è abbastanza semplice. I voli diretti in partenza dalla maggior parte degli aeroporti italiani e dell’Europa permettono di arrivare sull’isola in meno di tre ore. Tutti i voli arrivano all’aeroporto internazionale di Malta, che dista non più di 45 minuti in auto o in taxi da qualsiasi punto dell’isola principale, o con un tragitto un po ‘più lungo utilizzando l’autobus.
Crociere: Un numero crescente di crociere si ferma a Malta, attraccando al Valletta Waterfront nel Grand Harbour, appena fuori le mura della città. Qui c’è un ufficio di informazioni turistiche, collocato sul lungomare con caffè e ristoranti, e un nuovo ascensore lungo le mura del bastione che porta i passeggeri direttamente a La Valletta – arrivando a fianco dei Giardini dell’Alto Barracca.
Traghetti: Se avete voglia di una vacanza a Malta maggiormente itinerante, magari a seguito di un tour in Sicilia, potete tramite un traghetto arrivare a Malta approdando direttamente sul lungomare di La Valletta. La traversata può richiedere anche un’ora e mezza.

Voli per Malta in programma

Vacanze a Malta: perchè dovresti visitare l’isola

L’isola offre la possibilità di realizzare varie tipologie di vacanze, per coloro che vogliono imparare o rispolverare il loro inglese, cercare ispirazione per nuove abilità, scoprire la storia o rimettersi in forma. Se ami praticare sport, ci sono molte possibilità per lo sportivo esperto e per quello occasionale. Malta inoltre dispone di strutture per il benessere, potete trovare spa nella maggior parte degli hotel di lusso e nei club resort. Le vacanze a Malta possono essere organizzate per famiglie con bambini, coppie di sposi, single, indubbiamente una destinazione al centro del Mediterraneo assolutamente da non perdere.
vacanze a Malta

Offerte scontate Hotel a Malta



Booking.com

Informazioni geografiche: dove si trova Malta

Malta è un’isola situata nel Mar Mediterraneo, 93 km a sud della Sicilia e 230 km dal punto più vicino della terraferma nordafricana. È un’idilliaca meta di vacanze per famiglie, coppie e viaggiatori single con una ricchezza di storia e attività culturali per tutti. Vi sono spiagge, bar, ristoranti e negozi di ogni genere disponibili per ogni esigenza di relax e di sole.

  • La capitale è La Valletta
  • Ci sono circa 417.608 abitanti che vivono sull’isola
  • La valuta è Euro
  • Malta fa parte dell’Unione Europea
  • Le isole sorelle di Malta sono Gozo e Comino
  • Esistono due lingue ufficiali, il maltese e l’inglese

Ti consigliamo prima della partenza per la tua vacanza a Malta di acquistare una guida sull’isola di Malta, Gozo e Comino, ne trovi una compresa di mappa proprio qui.

Mappa Malta

Storia di Malta

I primi abitanti di Malta provenivano dalla Sicilia, ed erano principalmente pescatori, agricoltori e cacciatori. I primi villaggi si formarono nel 5000 aC e gli abitanti del villaggio vivevano per lo più nelle caverne. Nel 4000 AC iniziò il periodo “più” illustre della storia maltese, quando si ritiene che siano stati costruiti i primi templi. Fino ad oggi, i templi costruiti in quel periodo si possono trovare in tutta l’isola, come i templi di Ggantija. Si ritiene che siano più antichi dei templi di Stonehenge e fanno parte del patrimonio mondiale dell’UNESCO. Nel 1000 AC Malta fu invasa dai Fenici, che usarono le isole per il commercio per la sua posizione strategica nel Mediterraneo.
Seguendo i Fenici, altre culture sono venute a Malta e hanno influenzato l’isola, come i Cartaginesi, i Romani e i Bizantini. Gli arabi governarono Malta per 220 anni nell’870 d.C. e hanno avuto una grande influenza sulla lingua maltese.
Gli anni medievali iniziarono quando i Normanni conquistarono l’isola nel 1090, dopo aver espulso gli Arabi. Dopo i Normanni seguirono altre invasioni fino a quando i Cavalieri di San Giovanni conquistarono Malta nel 1530 e durarono per 268 anni. La principale influenza dei cavalieri fu il cambio della capitale da Mdina a Birgu e poi a La Valletta. Sia Birgu che Valletta sono stati costruiti grazie alla loro posizione strategica, essendo vicini al mare e quindi utilizzati come porti. Quando i turchi tentarono di invadere Malta nel 1565, i cavalieri di San Giovanni difesero l’isola e costruirono fortificazioni intorno a La Valletta, Birgu e Senglea. L’8 settembre la guerra finì quando i turchi si ritirarono, e fino ad oggi la data viene celebrata e ricordata come la vittoria del Grande Assedio.
Nel 1798 Napoleone Bonaparte invase Malta e il suo governo durò solo due anni, quando i maltesi si ribellarono con l’aiuto degli inglesi, che poi conquistarono l’isola nel 1800. Malta divenne il quartier generale della marina britannica grazie alla sua eccellente posizione e ai suoi porti.
Nel 1964 Malta richiese l’indipendenza attraverso un referendum e il 21 settembre di quell’anno la conquistarono, con la regina Elisabetta II ancora al vertice dello stato. Dieci anni dopo, il 13 dicembre 1974, Malta divenne una repubblica. Nel 2004 l’isola è entrata nell’Unione Europea ed è oggi il più piccolo stato membro.

Luoghi: cosa vedere a Malta

Malta è una “festa per i sensi”, motivo per cui ho deciso di scrivere questa guida completa sui posti migliori da visitare a Malta. I visitatori potrebbero avere difficoltà nello scegliere tutto ciò che l’isola offre: siti del patrimonio mondiale, architettura affascinante, hotel di lusso, ristoranti, immersioni, canottaggio, shopping, festival stagionali e concerti.
Il clima dell’isola si presta ad uno svariato numero di attività da poter fare all’aperto. Gli inverni sono piovosi, ma comunque miti. Il clima estivo varia da molto caldo a caldo sopportabile, con poca o nessuna pioggia.
Muoversi a Malta con il nuovo sistema di autobus è ora più facile che mai. Viaggiare in autobus è sicuramente il metodo di trasporto pubblico più conveniente. Vi sono rotte continentali attraversano il principale terminal degli autobus di La Valletta, oppure rotte attraverso le città e i villaggi più piccoli senza pero’ fare scalo a La Valletta. I servizi di autobus vanno dalle 5:30 alle 23:00 con gli autobus notturni in aree selezionate.

Noleggi auto e taxi possono anche essere “contrattati” per il trasporto ovunque sull’isola. I taxi a Malta sono bianchi, ma non tutti sono dotati di contatori, quindi assicurati di concordare una tariffa prima di partire. Noleggiare un’auto da solo ti consente la massima libertà e costa circa da € 16 a € 28 al giorno. In vero stile inglese, la guida è sul lato sinistro della strada. Tutti i segnali stradali sono in maltese e inglese. Il Malta Pass è inoltre un’opzione conveniente per visitare le isole maltesi. Offre ai visitatori l’accesso ad oltre 50 attrazioni e autobus turistici all’aperto su Gozo e sconti speciali presso negozi e ristoranti. Puoi acquistare un pass da 1, 2 o 3 giorni.

La Valletta: nessun viaggio a Malta è completo senza una visita a La Valletta, la capitale e centro culturale della nazione. Grazie in parte al suo carattere barocco, “Valletta” si distingue come una delle capitali più autentiche d’Europa. La Valletta è stata riconosciuta patrimonio dell’umanità dall’UNESCO dal 1980. I Cavalieri di San Giovanni hanno dato un contributo inestimabile alla costruzione ed al carattere della città durante l’occupazione dell’isola durata 268 anni, che durò dal 1530 al 1798. La Valletta prende il nome da Jean Parisot de la Valette, un nobile e cavaliere francese di San Giovanni che commissionò la costruzione di La Valletta nel 1566. Il simbolo dei cavalieri, la croce a otto punte, divenne sinonimo dell’isola e divenne noto come croce di Malta. È ancora presentato con orgoglio sulla bandiera maltese e sulle monete in euro maltesi. I cavalieri, con l’aiuto del nativo maltese, forgiarono una cittadella fortificata che ora funge da quartiere amministrativo della città.

Birgu: Birgu (Vittoriosa) è situata di fronte alla Valletta lungo il Grand Harbour. È dove i Cavalieri di San Giovanni si sono stabiliti per la prima volta dopo essere arrivati a Malta. Il lungomare di Birgu è vivace e panoramico e ospita numerosi ristoranti e caffetterie.

Birgu Malta

“Siti megalitici” di Mnajdra e Hagar Qim (Qrendi): a circa sei miglia (9,5 km) a sud di La Valletta troviamo la piccola città di Qrendi. I due complessi megalitici di Hagar Qim e Mnajdra si trovano vicino alla costa a circa 500 metri di distanza. Hagar Qim e Mnajdra sono affascinanti siti del patrimonio mondiale risalenti alla fase di Ggantija (3600-3200 AC). La società responsabile della costruzione di entrambi i siti del tempio viene spesso definita come “i costruttori del tempio”. Poco si sa su queste persone, a parte il fatto che probabilmente provengono dalla Sicilia moderna e vivevano pacificamente come cacciatori-raccoglitori.

Ipogeo (Paola): vuoi andare a Roma e “saltare” il Colosseo? O a Londra e non ti rechi presso il Big Ben? Penso di no. L’Ipogeo è indubbiamente uno dei punti salienti del “viaggio in Maltese” ed è un’attrazione che non puoi permetterti di perdere. Uno splendido esempio di architettura in negativo, l’Ipogeo è un complesso sotterraneo scavate nella roccia calcarea corallina. La sezione più antica dell’Ipogeo risale al 3600 AC. Fu scoperto per caso nel 1902, da uno scalpellino che riparava il pavimento di una casa. All’epoca, a sua insaputa, si trovava di fronte a una cavità preistorica che nel 1980 sarebbe stata dichiarata patrimonio mondiale dell’UNESCO.
La struttura si compone di tre livelli: superiore (3600-3300 aC), medio (3300-3000 aC) e inferiore (3150-2500 aC). Gli scavi dell’ipogeo hanno rivelato una ricchezza di conoscenze sulla società dell’età del bronzo di Malta, vale a dire le loro pratiche religiose. I resti di oltre 7.000 individui sono stati scoperti nel livello inferiore dell’ipogeo. Chamber Speaking è un tipo di Oracle Hole, un buco nel muro di un tempio. I buchi di oracolo sono comuni in molti siti dei tempi preistorico maltesi, ma poco si sa su come o perché sono stati utilizzati.

La Chiesa dell’Assunzione di Nostra Signora (Mosta): questa chiesa cattolica è anche chiamata la Rotonda di Mosta o la cupola di Mosta. Fu progettata dall’architetto maltese Giorgo Grognet de Vassé durante il 1830 e costruita sul sito di una precedente chiesa. La cupola impressionante della chiesa è la terza più grande cupola non supportata in Europa, e la nona più grande del mondo. L’ispirazione di Gronget de Vassé per la chiesa derivava dal Pantheon di Roma, in particolare lo stile del portico principale, le colonne ioniche e l’imponente cupola centrale.
L’interno della chiesa di Mosta Dome è ornato ed elegante. Pavimenti in marmo intarsiato, dozzine di banchi di legno e un altare stravagante costituiscono la stanza principale. Guardando l’interno della cupola potrai godere di una sensazione celestiale. Sembrerebbe che una piccola sezione della cupola sia danneggiata, forse un lavoro di ristrutturazione non completato, in realtà è una “cicatrice di battaglia” subita durante la seconda guerra mondiale. Il 9 aprile 1942 una bomba tedesca della Luftwaffe fu lanciata dal cielo, perforando la rotonda mentre 300 parrocchiani erano all’interno. Miracolosamente la bomba non è esplosa e tutte le 300 vite sono state risparmiate. Il danno alla cupola fu grave ma in seguito fu parzialmente ridotto.

Luoghi di interesse

Malta è la patria di una storia senza eguali, panorami mozzafiato, sole splendente e un sacco di posti dove godersi sia il cibo mediterraneo che quello locale. Che si tratti di famose attrazioni turistiche o di luoghi di interesse fuori dai sentieri battuti, Malta puo’ essere considerata un’idea viaggio indubbiamente completa, ottima per una vacanza, un breve weekend, per chi ama praticare sport o dedicarsi al proprio benessere. Ecco i principali siti di attrazioni da non perdere.

Mdina: conosciuta anche come ‘Silent City’ e un’ex capitale di Malta, Mdina è un’assoluta perla da visitare. Dietro le sue alte mura si trova una città che risale a circa 4000 anni. Durante il Medioevo, Mdina era conosciuta come la Città Nobile, alloggio, sorprendentemente, molte famiglie nobili. Oggi, molti dei 300 abitanti della città fortificata sono discendenti di queste famiglie e le case vengono tramandate di generazione in generazione. Da esplorare a piedi, passeggiando tra le strette vie “luminose”, un luogo dove il tempo sembra essersi fermato.

Le vie di Mdina

“Salutando la Batteria”: ai margini del Grand Harbour, La Valletta, è la più antica Batteria ancora in funzione al mondo, che protegge la capitale dell’isola dagli attacchi da quasi 500 anni. Con una vista spettacolare sul Grand Harbour di Fort St Angelo e le tre città di Senglea, Vittoriosa e Cospicua, la Batteria può essere vista dai Giardini Upper Barrakkara. Arrivo da prevedere per le 11.45 ogni giorno, prima del fuoco di mezzogiorno.

Saluto Batteria La Valletta

Catacombe di San Paolo: risalente tra il IV e il IX secolo d.C., questa camera funeraria romana è la più grande di Malta e si trova appena fuori Mdina. Precedentemente chiamata Melite, Mdina era precedentemente destinata a diventare la capitale romana di Malta e, come la legge romana affermava che i morti non potevano essere sepolti all’interno delle mura della città, questa catacomba fu creata per l’esigenza. Mostrando i primi segni del cristianesimo a Malta, queste catacombe non hanno alcuna relazione con San Paolo, ma sono così chiamate a causa della loro posizione.

Ta ‘Qali villaggio artigianale: se vuoi trascorrere una giornata diversa fai un tour a Ta ‘Qali. Questo piccolo villaggio artigianale, si trova in un vecchio campo d’aviazione. Con laboratori che mostrano le abilità nella lavorazione della ceramica e della filigrana, le pietre preziose locali e le conserve fatte in casa, questo villaggio caratteristico ti permetterà di acquistare molti souvenir particolari.

Sliema: la città di Sliema è piena di bar, ristoranti e negozi, rendendola un luogo ideale per trascorrere una giornata in mezzo al “movimento”, anche molto meno rispetto alla capitale La Valletta. Si estende lungo la costa fino a St Julians, Sliema è il più grande resort costiero di Malta e attrae molti come punto principale di incontro. Molte grandi aziende che hanno sede a Malta scelgono questo luogo di incontro anche per gli affari o per nuovi lavoratori che approdano sull’isola, che combinato con La Valletta, rendono le zone di Sliema molto ricercate. Una posizione facilmente accessibile da tutta l’isola, Sliema ha un eloquente mix di moderno e antico. Le strade tortuose offrono edifici tradizionali che sono rimasti gli stessi per decenni.

Grotta Azzurra: una collezione di caverne formate naturalmente ed un alto arco compongono la Grotta Azzurra. La zona attira oltre 100.000 visitatori all’anno, indubbiamente da visitare. Con le sue acque dai colori verde smeraldo, la Grotta Azzurra è visitabile tutto l’anno, tempo permettendo. La zona è assolutamente un punto di riferimento per scattare bellissime fotografie.

Grotta azzurra

La Valletta a Natale: come la maggior parte delle capitali, anche La Valletta diventa particolarmente affollata a Natale. Oltre ai negozi, la visita della capitale durante le festività è un’esperienza esaltante. Luci natalizie, artisti di strada, cori, gruppi musicali, intrattenitori e attività per bambini, i festeggiamenti di La Valletta iniziano solitamente da metà dicembre. Con le sere d’inverno che si avvicinano presto, le luci festive diventano ancora più spettacolari, mentre l’oscurità tramonta e una grande attrazione è l’annuale albero di Natale realizzato esclusivamente con palline di vetro di Mdina.

St Peter’s pool: situato nella zona di Marsaxlokk, la piscina di San Pietro attira nuotatori e chi pratica snorkeling in quella che viene descritta come una “piscina naturale”. Le sue acque straordinariamente limpide e azzurre invitano ad iniziare l’escursione in mare dalle rocce che la circondano, è un luogo perfetto per trascorrere una giornata nuotando, godendosi lo scenario sia sott’acqua che in superficie.

Ghadira Bay: forse la più grande e famosa spiaggia sabbiosa di Malta, Ghadira Bay si trova a nord dell’isola, nelle vicinanze di Mellieha. Con le sue acque limpide e poco profonde, è un luogo perfetto per una nuotata soprattutto per le famiglie con i bambini. Qui potete trovare sdraio ed ombrelloni a noleggio, circondata da chioschi per il ristoro, potrete rilassarvi e godervi lo splendido clima maltese, oltre che farvi coccolare dal meraviglioso suono del mare cristallino.

L’acquario nazionale: un punto focale principale in St Paul’s Bay, l’acquario nazionale è diviso in zone separate, ciascuna raffigurante temi diversi come il Grand Harbour, i relitti e l’Oceano tropicale. Includendo anche una sezione di rettili, l’intero luogo offre l’opportunità di assistere in prima persona ad alcuni dei più insoliti sealife e rettili. L’acquario ospita anche eventi quotidiani per i visitatori.

Stanze della guerra della Lascaris: queste sedi erano il quartier generale della difesa di Malta durante la seconda guerra mondiale. Le sale delle operazioni sotterranee mostrano esattamente come sarebbe stata esposta nel tempo con una grande mappa originale ancora in posizione. Vedi la scrivania occupata dal generale Eisenhower durante l’operazione Husky (il piano per invadere la Sicilia) da dove era stato tutto organizzato. Negli anni successivi, gli uffici divennero il quartier generale della flotta mediterranea della Royal Navy.

Booking.com
Share.

Leave A Reply

Loading Facebook Comments ...