Un viaggio fotografico per il carnevale in Repubblica Dominicana

Inizia oggi 28 febbraio fino al 4 marzo 2013 a Milano una spettacolare mostra fotografica dedicata al “Carnevale dominicano” del noto fotografo Mariano Hernández, presso l’Auditorium di Milano Fondazione Cariplo. La mostra, curata da Luisa Auffant e realizzata in collaborazione con il Consolato Generale e l’Ente del Turismo della Repubblica Dominicana, rappresenta un omaggio alle tradizioni e alla storia di questo paese e coincide con l’importante ricorrenza dell’Indipendenza Nazionale, che si celebra il 27 febbraio.

Il Consolato e l’Ente del Turismo della Repubblica Dominicana hanno scelto di festeggiare questo celebre anniversario con uno degli eventi più caratteristici del paese e che rispecchiano la vitalità e l’allegria del popolo dominicano. L’esposizione rappresenta quindi l’espressione più ampia di una cultura e un modo per coinvolgere e avvicinare il pubblico italiano alla conoscenza del paese reale.

La mostra è un’ampia raccolta di fotografie di Mariano Hernández che per più di 25 anni ha ritratto i diversi Carnevali del paese con grande sensibilità artistica, mettendone in evidenza la diversità e la ricchezza delle varie espressioni e portando alla luce la loro dimensione antropologica. L’aspetto più interessante di questi lavori è l’assenza di preoccupazione di un’estetica del bello, con l’obiettivo di mostrare e cogliere la realtà così come appare nelle sue varie manifestazioni.

Il Carnevale è la più significativa, sorprendente e felice esposizione della vita sociale Dominicana, uno splendido momento di festa i cui protagonisti, ed al tempo stesso partecipanti sono l’intero popolo, che ogni anno attira una moltitudine di turisti. Tipicamente si svolge l’evento nelle domeniche del mese di febbraio, la maggior parte delle città dell’isola progetta e creano sfilate ricolmando le strade di colori ed accompagnati da musica coinvolgente. Un carnevale caratteristico del luogo e particolare per varie popolazioni e culture: spagnola, europea ed africana, che si specchiano nelle suggestive maschere e nei vari costumi con colori cari di allegria e fantasia, come i “diablos cojuelos” provenienti da Santo Domingo ed i gruppi “Broncos” e “Fieras” originari di La Vega, fino dai diavoli “Lechones” e “Pepines” provenienti dalla bellissima Santiago, fino ai “Charamicos” e “Caraduras” originari di Bonao. Da segnalare poi “Guloyas”, vestiti tramite costumi arricchiti con perle di ogni genere di San Pedro di Marcorìs, le originali maschere cornute dei Cachúas nel carnevale di Cabral e le maschere antiche con una vena spirituale di Azua.

Come ogni carnevale ed evento simbolo di una nazione esiste sempre la città o località in cui la festa viene maggiormente sentita e dove le manifestazioni sono particolarmente conosciute in tutto il mondo, in Repubblica Dominicana la città più importante per il carnevale è La Vega, proclamata patrimonio del “folklórico nacional” dal Parlamento della Repubblica Dominicana per l’incredibile partecipazione ed il conseguente indotto economico generato. Ma in generale in tutto il Paese questa festa è particolarmente sentita, ad oggi i più caratteristici ed ufficiali sono 13. Segnale dell’importanza che il popolo dominicano rivolge a questa manifestazioni anche ai fini turistici, Santo Domingo (Alcaldìa Districto Nacional), da tempo opera lavorando per rendere il Carnevale festeggiato nella propria città come l’evento culturale e punto di riferimento dell’intero paese, rafforzando così la propria immagine a livello internazionale.

Info Mostra Carnevale Dominicano:
Orari apertura: martedì/domenica ore 14.30/19.00
Auditorium di Milano Fondazione Cariplo
Largo Gustav Mahler – ang. Corso San Gottardo – Milano
Ingresso libero
http://www.godominicanrepublic.com

Share.
Loading Facebook Comments ...

Leave A Reply